Toccare tutti i punti di contatto con un progetto di identità.

L’obiettivo generale della proposta era quello di lavorare su diversi aspetti (simbolico, valoriale, comunicativo) per raggiungere un pubblico ampio e diversificato: la sfida è stata costruire un’immagine capace di toccare tutti i possibili punti di contatto, comunicando in modo semplice, funzionale e coerente. Una linea grafica moderna, fresca, capace di intercettare il gradimento del pubblico cui è rivolta, di tradurre e identificare gli aspetti più importanti del messaggio, rendendolo accessibile e gradevole mediante l’uso del colore; un naming fortemente connotativo, identitario, ITALIANO, riconoscibile ovunque senza necessità di traduzione.

L’idea è stata quella di evidenziare un elemento già contentuto all’interno della parola “COOPERAZIONE”: la parola “OPERA”. Una parola semplice, che ha un valore altissimo se si pensa ad un’ Opera umanitaria, Opera di sviluppo, oppure intesa come qualcosa di monumentale, Opera architettonica, artistica, culturale ecc. Accanto alla parola OPERA, che è al centro dell’attenzione, il prefisso “CO” accompagna la lettura. Il nome che ne vien fuori è “coOPERA”, inqequivcabilmente semplice, distintivo, diretto.

 

Art Direction Fabrizio Granata
Mirus Project Manager Stefania Recchia
Account & Copywriting Chiara Santroni